Olio di CBD e disturbi del sonno

Solo in Italia, 9 milioni di persone soffrono di problemi di sonno. Non riescono ad addormentarsi, si svegliano più volte di notte o troppo presto al mattino. Questa irrequietezza può a volte essere causata da stress, tensione muscolare o dolore. Ma il sonno è molto importante per l’organismo. Durante il sonno, il corpo recupera, perché tutti i recettori responsabili della rigenerazione vengono attivati. Inoltre, il sonno è un processo di recupero attivo cioè tutto ciò che viene appreso durante il giorno viene rielaborato durante la notte. Di conseguenza, la mancanza di sonno può portare anche a seri problemi mentali e fisici.

Per evitare cattive conseguenze bisognerebbe agire tempestivamente. Al posto delle compresse convenzionali o altri agenti chimici, i quali permettono sì di dormire, ma attaccano lo stomaco e altri organi con l’assunzione prolungata ed hanno un alto potenziale di dipendenza, si può iniziare ad assumere CBD. Il CBD è il modo buono e naturale per eliminare i disturbi del sonno.

Come funziona il CBD?

Il CBD insieme al THC sono i più conosciuti ingredienti attivi della pianta di canapa (Cannabis Sativa). Ma a differenza del THC, il CBD non è psicoattivo, cioè non provoca intossicazione, sballo o euforia.

Il cannabidiolo si lega ai recettori del sistema endocannabinoide presente nel corpo e generalmente ha un effetto calmante, antispasmodico e analgesico. Il corpo può rilassarsi, riducendo lo stress e facilitando l’addormentamento.

Si dovrebbe assumere l’olio direttamente prima di andare a letto in modo che possa sviluppare il suo pieno effetto durante il sonno. Quando il CBD viene assunto sotto forma di capsule, l’ingrediente attivo agisce dopo circa 20 minuti. Ciò accade perché il cannabidiolo viene assorbito attraverso il rivestimento dello stomaco. Inoltre, le capsule sono particolarmente adatte per le persone che non amano il sapore dell’olio. Il CBD può anche essere assunto direttamente come olio per via sublinguale, in questa maniera l’effetto è più immediato.

Come dosare il CBD?

Il dosaggio dell’olio dipende dai sintomi. Per coloro i quali assumono l’olio per rilassarsi, di solito sono sufficienti da 1 a 2 gocce di olio al 3%. Per il trattamento del dolore si raccomandano invece 4-6 gocce di olio. Per i problemi di sonno, la maggior parte dei consumatori utilizza da 5 a 10 mg, a seconda della gravità del disturbo del sonno.

CBD in combinazione con la melatonina

La melatonina è una sostanza prodotta dal corpo nella ghiandola pineale e controlla il ciclo sonno-veglia del corpo. Il livello di melatonina nel corpo è regolato dalla luminosità e dall’oscurità. La sera, quando fa buio, il corpo inizia a rilasciare melatonina, il che rende stanchi ed assonnati. Al mattino, quando il sole sorge, il rilascio di melatonina si interrompe lentamente e ci si sveglia. Tuttavia in molte persone questo ritmo è indebolito e non sempre funziona come dovrebbe; proprio per questo motivo la melatonina è spesso presente nei sonniferi.

Una combinazione di cannabidiolo e melatonina è la soluzione perfetta per i problemi del sonno. Il CBD rilassa e calma il corpo ed allo stesso tempo il corpo è supportato dall’aggiunta di melatonina che permette di dormire.